Red Dead Redemption 2, il director di The Last of Us critica la libertà di scelta

January 17, 2019

 

 

Bruce Straley,Rispondendo all'ex-collega Matthew Gallant di Naughty Dog su Twitter, ha "attaccato" Red Dead Redemption 2 per l'impossibilità di scegliere degli approcci diversi nelle missioni legate alla storia.

 

Straley, ormai esterno a Naughty Dog, ritiene che la libertà di scelta e di approccio che il gioco Rockstar ha in molti altri aspetti viene a mancare nelle missioni della storia, dove il team ha voluto privilegiare soprattutto l'esperienza epica con un taglio cinematografico. che non ammette scelte diverse per non rovinarne la regia. "Direi che rimuovere le scelte dei giocatori per ottenere storie epiche mina la potenza dell'interattività in maniera completa"..

"Il gioco mi ha ucciso quando ho cercato di fiancheggiare in quella missione, come in molte altre missioni della storia in Red Dead Redemption 2",  "era necessario che mi attenessi a quanto richiesto nella storia e rimuovere continuamente le mie scelte. L'ambiente era aperto e avevo le giuste abilità, ma mi hanno punito per aver pensato con la mia testa invece di premiarmi". I messaggi su Twitter di Straley hanno scatenato qualche polemiche, anche perché gli stessi The Last of Us e Uncharted non sono esempi di libertà di scelta, Straley ha dunque voluto chiarire di amare i giochi Rockstar, offrendosi (scherzando senza scherzare troppo secondo noi) anche come consulente al team per il prossimo gioco open world.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon
  • Twitter Social Icon
Please reload

Also Featured In

 Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2017 by  planetnoobtv